AMICI
  DELL'ARTE
       DI ALIGI SASSU 
ASSOCIAZIONE  CULTURALE

PRESENTAZIONE

L'Associazione Culturale Amici dell'Arte di Aligi Sassu si pone come obiettivo principale la ricerca e lo studio dell'opera di Aligi Sassu e di altri artisti del Novecento.Ha sede nella città di Besana in Brianza (MB), presso il Padiglione Neoclassico di Villa Filippini.
      Home |  Aligi Sassu. Biografia  |   Archivio eventi  |  Archivio pubblicazioni  |   Come iscriversi |   Dove siamoMappa del sito

 

\

ALIGI SASSU

Padiglione Neoclassico di Villa Filippini
sede dell'Associazione

ALIGI SASSU

 Sassu Suarez, Sindaco Cazzaniga, Min. Fioroni il giorno dell'inaugurazione della mostra IPPOS

 

Mostra " la vendemmia di Aligi Sassu" Presentazione di Ettore Albertoni

 

 

Il Maestro Piero Gauli il giorno dell'inaugurazione della mostra Aligi Sassu. Opera Grafica

 

Mostra Picasso Fontana Sassu

 

 

              
              Per informazioni
:
              Associazione Culturale 
              Amici dell'Arte di Aligi Sassu
              e-mail: info@amicialigisassu.it
.
\

Qualche mese prima della morte del pittore Aligi Sassu, avvenuta nel luglio del 2000, si è resa sempre più evidente la necessità di trovare un modo per valorizzare, rilanciare e divulgare l’arte di Sassu in modo che non sparisse con lui, ma che anzi egli rimanesse vivo nelle sue opere e in chi le ammirava.

Per questo si è pensato di affiancare le iniziative già fondamentali della Fondazione di Lugano e dell’Archivio Aligi Sassu (curato  da Carlos Julio Sassu Suarez figlio adottivo del pittore) con un’associazione che si impegnasse ad esporre l’arte del Maestro in Italia. La possibilità si è presentata a Besana, in una terra a lui tanto cara come la Brianza.

Aligi Sassu aveva trasferito la sua sede da Milano a Monticello nel 1968 e da quell’anno ne rimase sempre molto legato sia affettivamente che con le sue opere. La sua presenza è viva nelle vetrate di Desio e Giussano, nelle ceramiche di Missaglia, nei mosaici di Seregno e di Besana in Brianza ed oggi è resa sempre nuova grazie all’Associazione Culturale  Amici dell’Arte di Aligi Sassu.

Lo scopo più caro all’associazione è incentrato sull’arte di Sassu, ma questa riporta a tutta l’arte contemporanea, italiana e straniera, ad altri maestri che hanno condiviso esperienze artistiche con lui o come lui legati alla Brianza, ma riporta anche alla letteratura, avendo il maestro illustrato grandi capolavori, oltre ad aver scritto egli stesso delle poesie.

Obiettivi tanto ampi ed elevati prevedono la collaborazione con la Fondazione Sassu di Lugano e con l’ Archivio Aligi Sassu a cura di Carlos Julio Sassu Suarez e vedono la partecipazione di studiosi di fama nazionale ed internazionale.

L’Associazione è sorta il 31 marzo del 2000 con la soddisfazione e approvazione del maestro chi ha scelto insieme al figlio adottivo Carlos Julio il logo attuale.

Nel 2001 si è realizzata la prima mostra antologica della scultura di Sassu, che lascia ancora oggi una traccia nel parco di Villa Filippini con dodici monumentali sculture. Di grande importanza anche l’esposizione del 2003, “Picasso Fontana Sassu. Arte ceramica da Albissola a Vallauris”, la prima dimostrazione dell’impegno nella divulgazione dell’arte contemporanea in generale.

Non sono mancate iniziative culturali parallele, come la presentazione della biografia di Aligi Sassu del  Prof. Domenico Flavio Ronzoni che ha visto la partecipazione di Raffaele De Grada oltre all’esposizione della mostra fotografica “La scultura di Aligi Sassu” di Angelo Mereu, come De Grada amico del maestro e vicino alla sua arte.

Altro incontro letterario è stato quello con Eugenio Corti, nel ventennale della pubblicazione del suo romanzo “Il cavallo rosso” che vede oggi in copertina proprio un’opera di Sassu.

Dopo aver dato spazio ad altri artisti, come lo scultore e pittore Lino Brunelli ed il giovane pittore Gianluca Miniaci, Sassu è stato riproposto con due opere nella mostra grafica collettiva “Cinquanta interpretazioni dantesche”, organizzata in collaborazione con il Prof. Giorgio Segato ed il Comitato Dantesco di Padova.

Il cenacolo verde. Cassinari, Migneco, Morlotti, Sassu e Treccani in Brianza”, in mostra nell’autunno 2005, riconferma il tentativo della nostra associazione di dare spazio a ricerche ed approfondimenti su tutto il panorama artistico contemporaneo, in questo caso affiancando il Maestro a quattro grandi artisti con cui condivise esperienze ed ideali.

La sede organizzativa ed espositiva è stata  trasferita dal primo piano della Villa Filippini, donata nel 1989 al Comune di Besana per scopi sociali e culturali, al padiglione neoclassico della villa.L’inaugurazione della nuova sede nel Padiglione Neoclassico della villa, avvenuta l’11 marzo 2006, ha visto la presentazione  dell’opera editoriale “Via di Cristo strada dell’uomo”, a cura di Don Francantonio Bernasconi e Carlos Julio Sassu Suarez con testi del Cardinal Colombo ed illustrazioni di Aligi Sassu. Per l’occasione è stata allestita una mostra sulla cartella di litografie Via Crucis del Maestro, durata fino al 15 aprile.

Nel mese di maggio 2006 si presentano  venti opere calcografiche e litografiche a colori tratte da una cartella del 1973, “I Cavalli innamorati di Aligi Sassu”, l’esposizione si è aperta con una lezione didattica sul processo di creazione di un oggetto Swarovski, tenuta dal designer tedesco, americano di adozione, Michael Stamey.  

Per l'autunno dello stesso anno si inaugura la mostra di Aligi Sassu. "Opere grafiche per il Don Chisciotte"  

Il 2007 iniziato con la presentazione del "Vangelo di Aligi Sassu" nel mese di marzo, a maggio la mostra "La Vendemmia".per poi presentare nell'autunno del 2007 una mostra di grande rilievo:  "I P P O S . Primo Novecento Italiano .Il “Cavallo” fra Arte Mito e Leggenda" con opere di Girogio de Chirico, Marino Marini, Francesco Messina e Aligi Sassu, l'iniziativa è stata proposta  da Carlos Julio Sassu Suarez e  curata da  Antonio Paolucci e Marisa Zattini. Mostra che ha riscosso un notevole successo sia in termine di affluenza che di interesse, testimoniato anche dall’alto risalto datole dalla Stampa e dalla Televisione (Tg 3 e altre Tv  provinciali) e dal vivo apprezzamento espresso dal Ministro della Pubblica Istruzione on. Fioroni. 
 
Due eccezionali eventi sono state organizzate nel 2008 nelle sale museali della Rocca Sforzesca di Soncino e di Villa Filippini a Besana in Brianza: arte incisoria del maestro Aligi Sassu a Soncino e il Movimento Corrente a Besana
.

Nella primavera del 2009 la mostra fotografica con la presentazione del libro “I colori di Dio” Carlo Maria Martini - Enrico Mascheroni; nei mesi giugno e luglio la mostra "Scene e costumi pei I Vespri Siciliani di Aligi Sassu" ; per l'autunno dello stesso anno abbiamo presentato la mostra di Walter Lazzaro "Silenzio e Spazio" Opere grafiche.

L’Associazione  nel suo decennio della fondazione ha programmato diverse manifestazioni la prima: come di consuetudine nel periodo pasquale, presenta un nuovo percorso sacro, la conoscenza dei luoghi dove ebbero origine le maggiori religioni monoteiste con la mostra fotografica di Enzo Pifferi " I luoghi della Bibbia" poi La mostra "Aligi Sassu. Sessanta'anni di scultura" al Museo Pietro Malossi  Borgo del Maglio di Ome ( Bs), "Sassu inedito. Settant'anni di pittura su carta" in  Villa Filippini,Besana in Brianza (MB) da maggio a luglio 2010 e nella Galleria Comunale di Arte Contemporanea. Piazza San Francesco, Arezzo dal 17 luglio, ricordando il giorno della sua nascita,  a settembre 2010 e verso la fine dell'anno con una mostra di Orfeo Tamburi, omaggio a Sassu.

Nel periodo pasquale del 2011 abbiamo presentato la Mostra  di Paola Campidelli " Via Crucis. Orditi grafici & pittorici , in autunno "Il Viandante del ritorno, Poesia, musica e fotografia" e la mostra di Domenico Monteforte 
"I colori della musica"

Nel 2012 si aprono le celebrazioni per il centenario della nascita del Maestro, che avranno luogo fino al 17 luglio 2013 e vedranno esposizioni sui temi principali della poetica dell’artista, in Italia e all’estero.
Dal 24 marzo al 15 aprile 2012  l’Associazione Culturale “Amici dell’Arte di Aligi Sassu”  presenta una mostra dedicata alle opere sacre del maestro, é  in calendario nel Padiglione neoclassico di Villa Filippini Besana in Brianza la mostra ALIGI SASSU Memorie su carta, rientrata in Italia dopo essere stata fino al 31 maggio ospite al National Museum of Fine Arts, Valletta (Malta). 
Sarà emesso dalle Poste Italiane un francobollo celebrativo appartenente alla serie tematica «Il patrimonio artistico e culturale italiano»con la riproduzione dell’opera del Maestro Battaglia di Cavalieri (1986) e una serie di otto cartoline postali dedicate al centenario.
Dal 29 settembre al 25 novembre le sale espositive di Villa Filippini ospiteranno 50 dipinti inediti di Aligi Sassu che consentiranno una panoramica  sulle diverse tematiche affrontate dall'artista durante la sua carriera dagli anni 30 agli anni 90.

 

Centenario della nascita di Aligi Sassu, emesso francobollo dalle poste italiane


L' Associazione Culturale  Amici dell'Arte di Aligi Sassu si occupa principalmente di: studio sulla vita e  opera di Aligi Sassu, promuovere e gestire l'organizzazione e l'archivio di eventi e pubblicazioni che riguardano il Maestro, divulgare l'arte e la cultura contemporanee.

Per approfondimenti riguardanti all'opera del maestro Aligi Sassu  visitare il sito:http://www.archivioaligisassu.it
altri link: www.aligi-sassu.it , www.aligisassu.eu        
Associazione Culturale  Amici dell'Arte di Aligi Sassu: Via Viarana,16 Besana in Brianza  20842 (MB) e-mail: info@amicialigisassu.it

ultimo aggiornamento sabato 04 giugno 2016 07.46